Vellutata di piselli e menta

Written by profumispeziati

L’arte culinaria deve essere praticata con semplicità, valorizzando sapore e nutrimento dei cibi.

vellutata

Stare in cucina tra mestoli e padelle, farina e verdure, ciotole e cucchiai, frutti e cereali, significa prendere del tempo per me, significa fare ciò che mi fa stare bene, significa prendermi cura degli altri preparando ciò che di più sano riesco a creare, mescolando sapori e ingredienti, ricette e creatività, creando qualcosa di goloso.

E’ il mio modo di dimostrare il bene che voglio alle persone che mi circondano, ma anche a me stessa, il mio modo di amare la vita, rispettando la natura, il mio modo di vivere.

La ricetta di oggi, io l’ho chiamata vellutata ma, se andiamo a vedere nel dizionario dei termini base della cucina, la vellutata è un roux (burro e farina) al quale si aggiunge un liquido caldo. In base alla ricetta da realizzare il liquido potrà essere acqua, brodo, vino o fondi di cottura. Quando il liquido usato è il latte la salsa viene chiamata besciamella.

Perché non chiamarla crema allora?! Mi piaceva vellutata?! Può essere, ma la sua consistenza mi ha ha portato a chiamarla vellutata.

Passiamo alla ricetta, magari provatela anche voi che leggete e poi mi farete sapere.

Ingredienti (per 4 persone)

500 gr di piselli 

350 gr di patate

1 scalogo

1 porro

1 mazzetto di menta

sale q.b.

olio evo q.b.

Procedimento: pulire le patate e tagliarle a cubotti. Scaldare un filo d’olio evo in una pentola e far soffriggere brevemente lo scalogno e il porro. Aggiungere le patate, i piselli e lasciarli insaporire per qualche minuto. Coprirli d’acqua circa 1 litro. Lasciar cuocere fino a che le verdure non saranno morbide. Aggiungere il mazzetto di menta e frullare il tutto con il mixer a immersione.

Versare la vellutata nel piatto di portata e guarnire con dei cubetti di pane tostato, rifinire il con un filo di olio evo a crudo e qualche altra fogliolina di menta.

vellutata2vell3vell

Buona primavera e buona vita a tutti.