Swiss-cheese focaccia con broccoli, gruyere e peperoncino al lievito naturale

Written by profumispeziati

iofocaccia

Siamo pronti?

Gruyère o Emmentaler?

Per ora ci vuole il Gruyère è ovvio.

Non ha nessun segno particolare, solo minuscole occhiature ma nulla di che…Lui ha un unico segno distintivo, speciale, unico, originale: il gusto. Salato e leggermente e gradevolmente piccantino, è addirittura conosciuto dai buongustai di tutto il mondo per il suo aroma raffinato così speciale!

Noi lo CHEESEamo?!!

Ovvio che siiii.

E dove se non nella mia amata focaccia?!

Adoro la focaccia e i lievitati in generale, amo l’evoluzione che fanno e la forza che hanno nel trasformarsi, come se qualcuno usasse una bacchetta magica. In questa preparazione di oggi il mio pane lievitato steso, è protetto da una copertina bianca, filante, calda fumante di Mr. Groviera.

Ingredienti (per una teglia da forno, la mia 30×40)

100 gr di lievito madre liquido

250 ml di acqua

60 gr di gruyère DOP grattugiato

250 gr di farina manitoba

250 gr di farina 0

1 cucchiaio raso di sale fino

un cucchiaino di malto d’orzo

per condire

qualche cima di broccolo cotto al vapore

60 gr di gruyère DOP grattugiato

peperoncino

Procedimento: partire con l’impasto del pane la sera prima, dopo aver rinfrescato il lievito (deve triplicare di volume in 3-4 ore).

Uso un procedimento senza impasto che mi garantisce, comunque, dei risultati finali di tutto rispetto e che niente hanno da invidiare a quelli ottenuti da procedimenti molto più laboriosi e complicati.

In una ciotola sciogliere il lievito nell’acqua e aggiungere la farina. Mescolare brevemente, solo per incorporare l’acqua, quindi aggiungere il sale, il malto e il formaggio grattugiato (se occorre dare anche una breve lavorazione a mano, l’impasto sarà molto appiccicoso ma va bene così), coprire la ciotola con la pellicola, lasciare riposare per 12 ore a temperatura ambiente (nel forno spento).

Trascorso questo tempo, rovesciare l’impasto su un piano di lavoro infarinato, cospargere di farina anche la parte superiore e fare due serie di pieghe a tre (vedi schema qui sotto per le pieghe).

spiegazione pieghe

Lasciar riposare l’impasto sul piano di lavoro e coperto da un canovaccio per 15-20 minuti.

Rivestire di carta forno una teglia, cospargerla con farina di mais fine, o crusca d’avena e disporre l’impasto della focaccia, con l’aiuto delle dita allargarla per tutta la superficie della teglia. Lasciar lievitare nel forno spento per 3-4 ore fino a raddoppio del volume.

Passate le ore di lievitazione farcire la superficie con qualche cimetta di broccolo, un pizzico di peperoncino e una grattata di gruyèr, non tutto poiché il restante lo grattugeremo quando sforneremo la focaccia.

Cuocere nel forno preriscaldato a 200° (non ventilato) per 15 minuti, poi cuocere per gli ultimi 15 minuti, abbassando la temperatura a 180°.

Sfornare, grattugiare il restante Gruyère DOP, far raffreddare leggermente prima di tagliare a quadrettoni e spazzolarlo ancora fumante e filante.

Eccola prima di essere infornata, baciata dal sole autunnale.PROFUMISPEZIATI focaccia cheeseCi stiamo preparando…

PROFUMISPEZIATI focaccia gruyèreQualche ultimo ritocco per farci belle…

PROFUMISPEZIATI focaccia broccoli e gruyèreAssaggio un altro pezzetto di Gruyère, non so resistere…

PROFUMISPEZIATI gruyèreDirei che ci siamo.

Belle infiocchettate e ricoperte di formaggio filante.

PROFUMISPEZIATI focaccia…ah c’è anche lui…

photo

…il broccolo!

Con questa ricetta ringrazio e  partecipo al contest di peperoni e patate in collaborazione con formaggi svizzeri:

logo-formaggi-svizzeri-2014