SUMMER SANGRIA!!!

Written by profumispeziati

Oggi andiamo in Spagna e ci portiamo a casa la ricetta della Sangria, una bevanda a base di vino, frutta e spezie.

La prima volta che la assaggiai fu al liceo, avevo scelto, come quarta lingua da studiare, lo spagnolo e mai scelta fu più azzeccata di quella…amo lo spagnolo solo per il suono e la vitalità che trasmette la lingua, figuriamoci la popolazione, la cultura e il Paese in sé.

Avevamo una prof mitica il primo anno che insieme alla lettrice di madrelingua spagnola, anche se arrivava in realtà dall’Argentina (le mando un saluto visto che il destino ha voluto che lasciasse la scuola e lavorasse nell’azienda dove lavora il mio ragazzo e ci desse una mano quella volta che andammo in vacanza a Palma de Mallorca e ci capitò di tutto……), proprio il primo anno organizzò una festa con tema la mitica Spagna, dove noi alunni dovevamo portare pietanze tipiche.

Ricordo che un mio compagno portò proprio la Sangria.

Non ero ancora molto ferrata a quei tempi in cucina e di Sangria non ne avevo mai sentito parlare ne mai visto una.

La assaggiai molto titubante e mi sembrò bere alcol puro ricordo, anche se c’era solo vino rosso (ero proprio giovincella), ma quei pezzettini di frutta e spezie mi sembrarono un cosa fantastica.

Da quel giorno chi la vide più per anni, ma, cosa importantissima, era entrata nei miei cassetti della memoria!!

Ora la faccio abbastanza spesso, vino rosso, gassosa, arance, mele, pesche, limoni, cannella, chiodi di garofano, stecca di vaniglia, ma bianca la provo per la prima volta oggi.

SAM_39722

SAM_3973

SAM_3969

Ingredienti:

1 l di prosecco brut o spumante

250 ml di succo alla pesca

2 colpi di Rum

100 gr di zucchero di canna grezzo

2 pesche polpa gialla mature

1 mango maturo

qualche rametto di timo

1 bacca di vaniglia

Procedimento: tagliare la frutta a pezzi (io ho tagliato il mango a cubotti e la pesca a spicchi),prendere lo zucchero di canna e metterli in una grande caraffa o in una ciotola di vetro. Aggiungere metà del prosecco, il succo di pesca, il Rum e infine i rametti di timo e lo stecco di vaniglia inciso a metà. Lasciar insaporire per un’intera notte coprendo il contenitore con pellicola trasparente.

Al momento di servirla aggiungere qualche cubetto di ghiaccio e il rimanente prosecco.

NOTE

Più tempo si lascia a macerare più si insaporisce il vino con i succhi della frutta.

Si può usare tutta la frutta di stagione ed abbinarla in base ai propri gusti.