Ghoriba alle mandorle

Written by profumispeziati

La mamma aveva comprato un sacchetto di cioccolatini e lo aveva consegnato a Paolo.

“Paolo, tu sei grande ormai. Tieni pure tutto il sacchetto. Mi raccomando, però, non li mangiare tutti insieme: ti farebbero male”.

Paolo mise in tasca il prezioso sacchetto e poi seguì la mamma in vari posti. Andarono ai giardini, fecero un giro per i negozi e alla fine tornarono a casa.

La mamma si mise a preparare la cena.

“Stasera non ho fame mamma…” disse Paolo.

“Non hai fame? Dimmi un po’, quanti cioccolatini hai mangiato?”

“Tutti mamma!”

“Tutti?” – disse la mamma un po’ allarmata e anche un po’ delusa, perché Paolo, in genere, era un bambino molto ubbidiente – ” Ma non ti avevo detto di non mangiarli tutti insieme?”

“Ma io non li ho mangiati tutti insieme” – rispose Paolo con aria innocente – ” li ho messi in bocca uno dopo l’altro, non tutti insieme come mi avevi detto tu!”

…tratta da un libro per bambini

Questa simpatica storiella è la fine che hanno fatto questi biscotti a casa mia.

Tempo di fare le foto e erano già finiti nella pancia dei golosi!

ghoriba

I ghoriba sono biscotti tipicamente marocchini di pasta frolla a base di semola di grano rimacinata, farina di mandorle e olio di semi, di solito serviti con tè alla menta tradizionale.

SAM_3709

Ingredienti:

180 gr di farina di semola di grano duro

120 gr di farina di mandorle (può anche essere sostituita con la farina di cocco)

120 gr di zucchero semolato

2 uova intere

1 tazza da tè di olio di semi di girasole

1 cucchiaio di estratto di vaniglia o semi di una bacca

mezza bustina di lievito per dolci

abbondante zucchero a velo per la finitura

Preparazione: sbattere leggermente le uova con lo zucchero, unire l’estratto di vaniglia e l’olio. Aggiungere al semola, la farina di mandorle e il lievito setacciato. Amalgamare bene fino ad ottenere una pasta molliccia. Aiutandosi con le mani leggermente bagnate di acqua, per non far attaccare l’impasto, formare delle palline grandi come una noce e rotolarle nello zucchero a velo, dovranno essere completamente cosparse di zucchero. Placca ricoperta di carta forno, disporre i biscotti ben distanziati tra loro, perché si espanderanno molto, e cuocere a 170° per dieci minuti, fino a che si saranno formate le classiche crepe.

SAM_3710

Sono dolcetti preparati in tutto il nord Africa e Medio Oriente e nella lingua originale, la parola Ghoriba significa “misterioso”.

SAM_3711

Con questa ricetta partecipo al contest di IlGattoGhiotto in collaborazione con Terre Ducali:

banner-ok

 

Comments: 1

  1. Ambra says:

    Sembrano profumati e leggeri! Grazie mille!