Torta di Rose con lievito naturale

Written by profumispeziati

A dire la verità sabato scorso, oltre alla golosa crostata, avevo preparato anche un altro dolce, anzi un “dolcione” più Importante che è andato spazzolato via senza nemmeno essere stato fotografato e cosi ho pensato bene di rifarlo solo per fotografarlo non per rispazzolarlo via un’altra volta… no no no!!! ha ha ha…

rose

La mitica e antichissima torta di Rose.

Una torta con un’impasto sofficissimo che provo per le prime volte a fare con il mio lievito naturale (liquido) e il risultato…….non vi dico….provare per averne una vaga idea…

FotoFlexer_Photokk

Ingredienti:

140 gr di lievito naturale (appena rinfrescato tre volte)

300 gr di farina 00

100 farina manitoba (farina di forza che affannosamente cercavo tra gli scaffali del supermarket ieri!!!!!!)

100 gr di zucchero semolato

50 gr di burro

2 uova

100 ml di latte intero

la scorza grattugiata di un limone bio

un pizzico di sale

….per la farcia: 

120 gr di burro (quello ottenuto da centrifuga di panna)

80 gr di zucchero di canna

Collage

Procedimento: sciogliere il lievito nel latte tiepido, quindi iniziare ad impastare aggiungendo la farina, incorporare il primo uovo, aggiungere una parte di farina e ad assorbimento, procedere analogamente con l’altro uovo. A questo punto aggiungere lo zucchero, il burro e la scorza grattugiata del limone lasciando il sale per ultimo. Impastare amalgamando bene il tutto. Ribaltare l’impasto su un piano infarinato, appiattirlo e piegarlo a tre, formare un panetto e riporre a lievitare fino al raddoppio (io ho fatto l’impasto la sera e lasciato a lievitare una notte intera nel forno spento). Successivamente (il mattino dopo), stendere la pasta sottilmente, formando un rettangolo. Lavorare a crema il burro con lo zucchero e spalmarlo sopra l’impasto. Per ottenere le roselline non ho usato il metodo classico, che vuole l’impasto arrotolato su se stesso dal lato più lungo, ma tagliato a strisce larghe 5 cm e arrotolate su se stesse (tutto questo per evitare che l’impasto durante il taglio si appiccichi troppo su se stesso). Dopo aver realizzato delle roselline perfette con questa tecnica infallibile adagiarle delicatamente e un po’ distanziate, in uno stampo preferibilmente a cerniera, lasciandole lievitare ancora (nel mio caso per 6 ore sempre nel forno spento). Le rose dovrebbero cominciare a raggiungere l’altezza dello stampo ed unirsi.

Cuocere in forno preriscaldato a 200° per i primi 6 minuti e poi 25-30 minuti a 180° fino a doratura.

Spolverizzare con zucchero a velo.

FotoFle_Photo

fetta torta rose